Top

Cos’è l’Indice Glicemico?

Cos’è l’Indice Glicemico?

L’indice Glicemico (IG) indica quanto il consumo di uno specifico alimento contenente carboidrati aumenti la glicemia, ovvero la concentrazione di glucosio nel sangue, in rapporto a quanto la farebbe innalzare un carico fisso di glucosio (zucchero) che ha un IG pari a 100.
Studi dimostrano che nei soggetti sani, soprattutto se in sovrappeso, un’alimentazione a basso IG possa dare benefici che vanno oltre la possibilità di prevenire il diabete. Infatti, a parità di nutrienti, attività fisica svolta e fattori di rischio, i cibi a basso IG migliorano la sazietà riducendo quindi l’appetito e contribuendo a controllare il peso con tutta una serie di benefici che ne derivano.
I cibi a basso IG sono in genere più ricchi di vitamine, Sali minerali e soprattutto preziose fibre, che in particolare se viscose, rendono i carboidrati meno accessibili agli enzimi rallentando l’assorbimento gastrico in modo che i carboidrati arrivano piano piano all’intestino e l’assorbimento del glucosio in circolo è più lento. Detto ciò va detto che nessun alimento va criminalizzato o bandito poiché conta la qualità dell’alimentazione nel suo complesso. Cerchiamo quindi di optare per cereali integrali a chicco intero come Orzo, Farro, Avena, verdure e frutta poco zuccherina ed evitare pane e riso bianco, patate e dolci.
Col passare del tempo i cibi a basso e moderato Indice Glicemico riducono il colesterolo, abbassano la pressione arteriosa e modificano in positivo la flora batterica intestinale. Possiamo quindi dire che il loro obbiettivo non risiede soltanto nel controllo glicemico ma va ben oltre. Impariamo allora a dare al nostro corpo la giusta “benzina” evitando bruschi picchi glicemici evitando di rovinare così il nostro “motore”.
Dr. Paolo Bianchini

Condividi